CORRIERE DELL'UMBRIA - 4 giugno 2010

 

L'iniziativa prevede lo scambio di volontari per mettere in campo nuove iniziative in favore degli anziani

Auser, un patto territoriale fra Trasimeno e Valdichiana Amiata

 

Un "Patto territoriale tra Auser Trasimeno e Valdichiana Amiata", questo il tema del primo convegno che si Ŕ svolto a Castiglione del Lago presso la sede del Centro sociale anziani.

All'iniziativa hanno aderito i presidenti e i dirigenti di 26 centri sociali, in rappresentanza di oltre ottomila iscritti. Sono intervenuti il presidente dell'Auser Toscana Giovanni Forconi, il presidente dell'Auser regionale Umbria Giancarlo Billi e il presidente del comprensorio della provincia di Siena Artimino Cappelli.

Dopo i saluti portati dal presidente del Csa di Castiglione del Lago, Guglielmo Moroni, che ja auspicato la creazione di un coordinamento che periodicamente si incontri per concordare iniziative atte a unire risorse umane e idee, sono intervenuti anche Pietro Fiorentini del Csa castiglionese e Clara Mencaroni dell'Auser Valdichiana Amiata.

"Il progetto 'Patto territoriale' che ha lo scopo di arricchire il bagaglio di ogni associazione - spiega il consigliere Pietro Fiorentini - prevede lo scambio di volontari con particolari attitudini per far crescere nuove iniziative in tutte le associazioni dell'area e per approfondire la conoscenza delle realtÓ territoriali e lo scambio di esperienze".

Negli interventi dei presidenti reginali e provinciale si Ŕ evidenziato come il volontariato rappresenti una forma diffusa d'impegno sociale integrato allýintervento pubblico. Come ad esempio il "Filo d'Argento", il servizio di telefonia sociale dell'Auser presente con oltre 240 punti ascolto, tra i quali quello del Csa di Castiglione del Lago, di cui 120 collegati con rete informatica, con oltre seimila volontari impegnati nell'ascolto e con 38.000 volontari impegnati a fare solidarietÓ concreta.


Indietro

Home page